Chi siamo

La compagnia 01 CELT - Arcieri del Monferrato e' un'associazione arcieristica affiliata alla FIARC (Federazione Italiana Arcieri tiro di Campagna) che vanta piu' di 7000 iscritti su tutto il territorio italiano, di cui oltre 600 in Piemonte. 01 CELT e' il codice di affiliazione alla FIARC, e' consuetudine chiamare la compagnia con questa sigla tanto da diventarne un secondo nome a tutti gli effetti.
Attiva da diversi anni, dal 7 settembre 2016, con la deposizione del nuovo statuto, la compagnia ha preso il nome di 01095 ASD - 01 CELT Arcieri del Monferrato, diventando ufficialmente un'associazione sportiva dilettantistica affiliata anche alla FITARCO (Fedearazione Italiana Tiro con l'Arco).
La sede legale della compagnia e' in Via Canna 4, 15033 Casale Monferrato (AL) e, in seguito alla rielezione nell'ultima assemblea dei soci, il Presidente e' Franco Finello.
Le attivita' promozionali e ricreative della 01 CELT si svolgono in un ambito territoriale piuttosto vasto, che abbraccia tutto il casalese fino al territorio alessandrino e dal vercellese fino al torinese. Diverse le gare organizzate negli anni dalla 01 CELT, soprattutto nel casalese, e molti soci nel corso degli anni hanno partecipato con buoni risultati a gare e campionati regionali, nazionali ed internazionali.

 


La divisa della ASD 01CELT

 

Tiro di campagna

Che cos'e' il tiro di campagna?
E' una specialita' di tiro con l'arco che affonda le sue radici nel tiro venatorio, nata come allenamento nel periodo di chiusura della caccia, e che si e' evoluto nel tempo fino a diventare una vera e propria disciplina sportiva.
Una disciplina che rappresenta un'occasione per vivere all'aria aperta, una possibilita' di riavvicinarsi alla natura e di riscoprire gesti ed emozioni che l'uomo ha sempre vissuto fin dai suoi albori.
In effetti questa tipologia di tiro conserva ancora della caccia alcune caratteristiche simulate, ed una di queste sono i bersagli, principalmente sagome tridimensionali in material espanso rappresentanti animali a grandezza naturale.
Non sottovalutiamo poi il fatto che, come dice il nome stesso, si pratica in "campagna", in particolare nei boschi, che rappresentano l'habitat naturale della nostra "selvaggina di gomma".
Tutto questo, i bersagli in movimento o a tempo, lo sfruttamento della morfologia del terreno per creare difficolta' di tiro, i giochi di luce nella boscaglia, sono elementi che fanno del tiro di campagna un'attivita' sportiva unica nel suo genere. Nel tiro di campagna un arciere non trovera' mai un tiro uguale ad un altro, nemmeno nell'ambito di una stessa piazzola, dove le frecce saranno sempre a diverse distanze, rigorosamente sconosciute.
Gli archi utilizzati nel tiro di campagna sono principalmente archi ricurvi (archi a doppia curvatura, fabbricati con materiali diversi, che si compongono di una parte centrale rigida e di due flettenti, a volte smontabili) e i longbow (arco lungo europeo a curvatura unica), a cui si aggiungono i compound (archi con un sistema di leve e carrucole per ridurre lo sforzo e aumentare stabilita' e potenza) e gli archi storici (archi ricurvi o longbow che riproducono modelli antichi, realizzati con tecniche e materiali simili a quelli impiegati nell'epoca storica di riferimento) mentre le frecce possono essere, a seconda del tipo di arco usato, di legno, carbonio o alluminio.
Il tiro con l'arco, in generale, aiuta chi lo pratica a trovare un centro dentro di se', a sviluppare le proprie potenzialita' di equilibrio, consapevolezza corporea, concentrazione, percezione dei rapporti spaziali e sensoriali tra realta' esterna e interna, integrazione mente-corpo.
E' uno sport per tutti, si puo' praticare a tutte le eta', per divertirsi e' sufficiente un normale stato di forma e un po' di pratica con l'arco.